Cos'è la protezione civile

​​​Protezione civile nazionale


Cosa sia la PROTEZIONE CIVILE è ben delineato dalla legge 24/02/1992 n.225 "Istituzione del servizio nazionale della protezione civile":
Dall. art. 11:
Costituiscono strutture operative nazionali del Servizio nazionale della protezione civile:

c) le Forze di polizia;
d) il Corpo forestale dello Stato;
e) i Servizi tecnici nazionali;
f) i gruppi nazionali di ricerca scientifica di cui all'articolo 17, l'Istituto nazionale di geofisica ed altre istituzioni di ricerca;
g) la Croce rossa italiana;a) il Corpo nazionale dei vigili del fuoco quale componente fondamentale della protezione civile;
b) le Forze armate;

h) le strutture del Servizio sanitario nazionale;
i) le organizzazioni di volontariato;
l) il Corpo nazionale soccorso alpino-CNSA (CAI).
Da questo si evince come, diversamente da quanto comunemente si crede, "Protezione Civile" non sono solo le organizzazioni di volontariato ma anche le Forze dell'Ordine e il Personale Sanitario o specializzato in genere. Qui sotto si riportano le attività cui è istituzionalmente preposta la Protezione Civile.


ATTIVITÀ DI PROTEZIONE CIVILE
Costituiscono strutture operative nazionali del Servizio nazionale della protezione civile:

  • FORMAZIONE della coscienza civile, intesa principalmente come educazione alla protezione civile, rivolta soprattutto alle popolazioni delle zone a rischio, ai giovani ed agli studenti della scuola dell’obbligo.
  • PREVISIONE intesa come studio delle cause dei fenomeni calamitosi, della identificazione dei rischi e della individuazione delle zone soggette a rischio.
  • PREVENZIONE volta ad evitare, o ridurre al minimo, la possibilità che si verifichino danni conseguenti ad eventi calamitosi, a promuovere e curare l’educazione della popolazione all’autoprotezione, a favorire la collaborazione tra gli Enti preposti, i Gruppi Comunali e le Associazioni di Volontariato.
  • SOCCORSO consiste nell’attuazione di interventi diretti ad assicurare alle popolazioni colpite dagli eventi calamitosi ogni forma di prima assistenza.
  • SUPERAMENTO DELL’EMERGENZA consiste in tutti gli interventi atti a rimuovere gli ostacoli alla ripresa delle normali condizioni di vita.

IL VOLONTARIO

La Protezione Civile deve tutelare la vita degli uomini e salvaguardare i beni e l'ambiente dai danni derivanti da calamità naturali o eventi indotti; un impegno troppo importante per essere svolto con superficialità da soccorritori improvvisati o, peggio ancora da speculatori.
Pertanto il cittadino che vuole diventare volontario deve curare la sua preparazione professionale e morale poiché, se ben preparato ed addestrato, rappresenta la forza di protezione civile locale di più immediato intervento proprio perché vive sul posto e conosce il territorio e le genti da soccorrere.
Sia la Legge n.225/92 già citata che il nostro regolamento interno prevedono per il Volontario un'assicurazione contro infortuni e rischi derivanti dalle attività di volontariato che il mantenimento del posto di lavoro e rimborso spese (sia per il datore di lavoro - mancata produzione - , che per lavoratori autonomi).
Se sei interessato a far parte del Gruppo, Contattaci.