Unità Locale di Protezione Civile di Borgoricco
Nascita e costituzione

Il 21 dicembre 1999 l’amministrazione comunale di Borgoricco, recependo le indicazioni derivanti dalla legge 225 del 24 febbraio 1992, con cui veniva istituito il Servizio Nazionale della Protezione Civile, decise di attivare la costituzione di un Gruppo Comunale di Volontari di Protezione Civile deliberando l’adozione di un regolamento e contemporaneamente la raccolta delle adesioni di quei cittadini che, volontariamente e in maniera assolutamente gratuita, si volevano rendere disponibili per operare in attività di previsione, prevenzione e soccorso, dedicando parte del loro tempo e della loro professionalità.
L’intenzione degli amministratori era indirizzata alla formazione di un gruppo di persone con fini di promozione sociale del volontariato ad elevato interesse civile.
Il nucleo di volontari era composto da quindici persone che, prive di formazione adeguata, di attrezzature ed equipaggiamento specifici, cominciò a riunirsi presso il Municipio.
Nelle successive settimane furono attivati i primi corsi di istruzione, sia a livello comunale sia a livello provinciale, con i quali i neo-volontari cominciarono ad apprendere le nozioni base utili per esercitare un’attività volontaristica così particolare. Con i corsi di primo soccorso gestiti dai volontari della Croce Rossa Italiana e i corsi di formazione base per il volontario, sviluppati e promossi dalla Provincia di Padova, i volontari di Borgoricco sperimentarono nuove modalità e comportamenti da impiegare nelle attività di soccorso e emergenza. In seguito la loro professionalità aumentò con la partecipazione a corsi collegati alle tecniche per l’uso delle motoseghe, al montaggio e smontaggio di tende di un campo-base, all’uso delle motopompe e alla conoscenza delle tecniche di saccata, ai corsi antincendio e di orientamento geografico. Molta attenzione fu riservata alla formazione di quel personale destinato alla gestione e all’impiego dei volontari nelle attività di emergenza favorendo la frequenza a corsi riservati ai futuri coordinatori e capisquadra, sia provinciali che regionali.
All’attività di formazione si affiancò progressivamente la programmazione di esercitazioni finalizzate all’addestramento dei volontari in merito all’uso di mezzi e di attrezzature, nonché alla conoscenza del territorio nel cui ambito si sarebbe dovuti intervenire.
Nel 2002, con la costituzione dell’Unione dei Comuni del Camposampierese, il gruppo è entrato a far parte del Gruppo dei Volontari di Protezione Civile dell’Unione Comuni assieme ai gruppi di altri sei comuni dell’alta padovana (Camposampiero, Loreggia, San Giorgio delle Pertiche, Santa Giustina in Colle, Villa del Conte e Villanova di Camposampiero) ed ha assunto la denominazione di Unità Locale del Comune di Borgoricco.
Nel 2003, a seguito della suddivisione del territorio provinciale da parte della Provincia di Padova in tredici distretti, il Gruppo dei Volontari dell’Unione e le sue Unità Locali sono stati riuniti assieme alle Unità Locali del Gruppo dell’Unione dell’Alta Padovana (comprendente i comuni di Massanzago, Piombino Dese e Trebaseleghe) nel Distretto del Camposampierese con sede a Camposampiero.
Nel 2005 l’Unità Locale di Borgoricco ha ottenuto l’iscrizione all’Albo Regionale di Protezione Civile del Veneto e successivamente, nel 2006, a quella all’Albo Nazionale. Ciò ha permesso l’impiego di alcuni volontari in missioni sia sul territorio provinciale e regionale, sia su quello nazionale.
Nel triennio 2007/2009 l’Unità Locale di Borgoricco ha provveduto ad adottare i nuovi regolamenti che disciplinano la costituzione, l’organizzazione ed il funzionamento del Servizio di Protezione Civile dell’Unione dei Comuni del Camposampierese e del Distretto del Camposampierese.

Interventi operativi
Il primo intervento di soccorso, al quale i volontari sono stati chiamati a partecipare operativamente al fianco dei Vigili del Fuoco, risale all’8 luglio 2001 quando proprio il territorio comunale di Borgoricco fu gravemente colpito dal passaggio di una tromba d’aria. Nell’occasione i volontari collaborarono sia nella ricognizione e registrazione dei danni, sia nel liberare e rendere transitabili alcune strade comunali ostruite dagli alberi caduti per il forte vento. Da allora i volontari sono intervenuti più volte sia in territorio comunale che provinciale in seguito al verificarsi di situazioni di pericolo dovuti ai danni provocati dal maltempo: per eccezionali precipitazioni nevose accompagnate da intense ghiacciate negli anni 2001- 2005 - 2006 e 2009, per fenomeni di allagamento e di esondazioni di torrenti e canali nel 2005 a San Giorgio delle Pertiche, nel 2007 a Mestre-Venezia, nel 2008 nella Provincia di Venezia, nel gennaio del 2009 a Loreggia per la rottura dell’argine del torrente Muson dei Sassi e in settembre a Borgoricco sempre per allagamenti dovuti alle forti precipitazioni.
I volontari dell’Unità Locale di Borgoricco hanno inoltre partecipato anche a significative missioni fuori regione che li hanno visti protagonisti a Roma in occasione dei funerali del Santo Padre Giovanni Paolo II nell’aprile del 2005 e nel terremoto in Abruzzo del 2009.
I volontari sono impiegati anche in attività di supporto alla Polizia Locale durante manifestazioni caratterizzate da un’importante affluenza di pubblico che rende necessario e fondamentale la loro presenza quali punti di riferimento alla cittadinanza. Tra le molte che ricorrono annualmente ricordiamo la Maratona del Santo nel mese di aprile o le manifestazioni fieristiche e carnevalesche locali.

L’Unità Locale oggi
L’Unità Locale di Borgoricco si presenta con una struttura di ventiquattro persone guidate da un Coordinatore con mandato triennale ed eletto dai volontari, affiancato da un Vice Coordinatore e da un Segretario. Ad essi si aggiungono gli altri organi principali del gruppo: il Comitato Direttivo e l’Assemblea dei Volontari.
Il Comitato Direttivo è attualmente formato dal Coordinatore, dal vice Coordinatore e da nove membri eletti dall’Assemblea dei volontari dell’Unità locale. La funzione del Comitato è di collaborare con lo stesso Coordinatore nella programmazione delle attività dell’Unità Locale. L’Assemblea riunisce invece tutti i volontari iscritti dell’Unità Locale e durante le sue convocazioni vengono assunte le decisioni più importanti per l’Unità Locale.
L’Unità Locale è adesso dotata di attrezzature e mezzi che la rendono capace di poter fornire una capacità pronto intervento autonomo per emergenze di tipo A (art 2 – L.225/92).
I mezzi a disposizione sono quattro furgoni, un Ducato 7 posti adibito al trasporto di persone, un Ducato stazione Mobile per uso sala operativa, gestiti dal comune, un Iveco 7 posti centinato e attrezzato, un Mercedes 3 posti furgonato e attrezzato, in gestione alla federazione dei comuni del Camposampierese.
Inoltre abbiamo a disposizione quattro motopompe auto-adescanti, quattro motoseghe, quattro generatori, due torri faro, una Tower Lux e una tenda da otto posti letto completa di brande oltre che di materiale minore ad uso cantiere e dispositivi di protezione individuale per i propri volontari.
L’Unità Locale di Borgoricco è fornita di apparecchi ricetrasmittenti in grado di assicurare comunicazioni radio sulle bande 43 MHz, 160 MHz e Mpr.
Dal 2004 è stato attivato il progetto di “turnover” dei volontari. Il servizio permette di suddividere i volontari dell’Unità Locale di Borgoricco in squadre che prestano turni di reperibilità per i casi di emergenza, alternandosi periodicamente.

I Coordinatori e Vice dell’Unità Locale di Borgoricco 2001-2016

Coordinatori

Vice

Periodo di carica

Fanton Filippo
Tosetto Maurizio poi sostituito da Disarò Giancarlo
marzo 2001 – agosto 2004
Zampieri Stefano
Disarò Giancarlo
settembre 2004 – marzo 2006
Rettore Flavio
-
aprile 2006 – agosto 2006
Fanton Filippo
Rettore Gianpiero
settembre 2006 – settembre 2009
Rettore Flavio
Zago Luigi
ottobre 2009 - settembre 2012
Zago Luigi
Favaron Giovanni
ottobre 2012 - settembre 2015
Zago Luigi
Favaron Giovanni
ottobre 2015 - settembre 2018